Archivio | agosto 2016

Buona vita cerbiatta senza nome… salvata dal mare.

Tutto capita per caso, un incontro, un’amicizia, un amore… No nei momenti di sconforto capita sempre che Chi è al di sopra di tutto ti invia messaggi, che se sei distratto non riesci a capire e distrattamente li lasci andare.
Altre volte anche se la mente è occupata da altro riesci a leggere questi messaggi, così dimenticando e rallentando la tua corsa,senza se senza ma agisci.
Come una medicina miracolosa tutto sembra migliorare nella tua vita, nessun dolore sembra passare nel tuo corpo, e i ricordi tristi si affievoliscono e nei tuoi occhi resta un volto, due occhi da cerbiatto impaurito, sofferente, una donna quasi bambina, non conosci il suo nome ,nè la sua età.
Continui a guardare quel letto d’ospedale, ti guardi attorno e quella stanza sembra diventare enorme e fredda… vorresti rassicurarla ,ma ti accorgi di non conoscere la sua lingua, così mostri quello che hai comprato per lei.
Il cerbiatto impaurito ti guarda e sembra sorridere con quegli occhioni che hanno visto la fine su di un barcone, col mare intorno che per una volta ha saputo cullare le doglie del parto, e il pianto del tuo bambino/a.
Piccola donna ti ho stretto la mano, mentre i miei occhi diventavano umidi di lacrime, ho portato l’altra mano al mio cuore e ho saputo dirti solo in bocca al lupo, il tuo sorriso e i tuoi occhi mi accompagneranno nel cammino che mi resta.
Spero e ti auguro solo il meglio per te e la nuova vita, tanta fortuna,tanta serenità e tanta vita!
barcone

Annunci