Archivio | ottobre 2015

Mi mancheranno le tue visite, carissima Tilly!!!

Non ero la tua padrona, ma fino a che le tue gambe hanno potuto anche se piano piano ogni giorno passavi davanti al mio cancello, ti sedevi e mi aspettavi…
Dovevi essere un cane feroce, ma non lo sei mai stata, hai rispettato le mie gatte ,e le gatte del circondario, mi avvertivi se vedevi passare qualcuno, mi hai voluto bene come se fossi stata la tua padrona.
Oggi sei salita sul ponte dell’arcobaleno, carissima Tilly ti ho regalato l’ultima carezza ,perchè del mio pane non ne avevi più bisogno.
Ho pianto come ho pianto i miei amici pelosi, perchè un poco mi appartenevi, ti immagino correre con Bella, Brutus Asia, Orso , Piccolo, Belle,Dik e forse lassù incontrerai anche Charlie, il tuo amico che per anni trovava sempre il modo per ritornare a salutarti, saluta tutti portaci un pò di carezze che ti ho donato, grazie per averti incontrata, e grazie per le visite giornaliere ,mi mancherai gigante buono!!!
ponte dell'arcobaleno

Annunci

C’era una volta…

Tanto tempo fa in una cittadina della ridente Campania Felix, in una conca circondata da colline che non superavano forse i mille metri, ma sostenevano il cielo quasi a proteggerla.                                                                                              Vivevano in quella conca due bambini: una femminuccia, con la pelle bianca come la neve e i capelli e gli occhi neri come la notte; e poco distante un bambino con la pelle bianca come la neve e gli occhi colore del mare e i capelli d’oro come il sole…Respiravano la stessa aria ,ma non si conoscevano, giravano per la cittadina, ma non si incrociavano, il tempo passò quei bimbi divennero ragazzi , ma le loro strade non si incrociava, così giorno dopo giorno raggiungiunsero tante tappe belle ,radiose, qualche nube cercò di offuscare la loro serenità come sempre capita nella vita di ognuno, ma loro non persero  mai la serenità, la tranquillità…l’amore era radicato nel cuore e negli occhi e sapevano donarlo a chi ne aveva bisogno.
Mille sogni da realizzare e altrettanti realizzati, la vita era la loro maestra e loro scolari attenti e diligenti sapevano smussare ciò che stonava,rendendolo armonioso, puro ,bello.
Un bel giorno il ragazzo dagli occhi color mare incontro la bambina dagli occhi neri si guardarono e nei loro cuori ci fu un sussulto, si ritrovarono mano nella mano e iniziarono a camminare lungo le vie della cittadina, respirando la stessa aria, sorridendo alla luna che ogni sera li guardava dalle loro finestre, e il sole iniziò a svegliarli baciandoli ogni mattino…e fu così che che decisero che sarebbe stato bello essere svegliati dal sole insieme e davanti ad amici e parenti si promisero Amore Eterno e…

20151002_184603

come ogni fa favola che si rispetta vi auguro di vivere felici e contenti ricchi di Amore ,serenità, tranquillità e prosperità e…tanto tanto tempo ad entrambi!