Gioia

Basta davvero poco per cambiare modo di vivere, a volte succede per caso senza nessuna scelta premeditata, e piano piano scopri che ti piace e che hai buttato tanto tempo, che avresti potuto regalarti…
Il giorno 15 è stato il mio onomastico e come regalo mio figlio e mio marito mi hanno regalato un biglietto per il concerto dei Modà.
Non lo so perchè, ma mi sembra di sentire un vocio quasi diviso e distinto, meglio evitare quello che sento, lascerò a voi i commenti, ci vorrebbe una faccina smile, ma non credo che il testo supporta tale invenzione, comunque ci provo 😉 !
Prepararsi per tale evento per una ragazza è facile ,ma per me che di ragazza ne ho solo il ricordo, è stata un’impresa, ho pensato anche di rinunciare, ma poi vestita quasi da funerale pantalone e maglia neri e giubbotto di uguale colore funebre mi appropinguo alla mia auto dove ho pensato:” Ehi ma sei sicura,guarda che ti tocca l’autostrada pensi di farcela, sai ti ritrovi sulle spalle la vita dei ragazzi, quindi tira fuori i coglioni resetta il cervello e ricordati che sono cose che hai sempre fatto, ci sei riuscita in passato e siccome non sei stupida dimostra le tue qualità che continui a soffocare ed evitare”.
Paura e incertezze, che ho fatto mie per sfuggire,ma da cosa, da chi?
Paura di restare sola, che poi non è vero, basta scendere in salumeria,invece di chiamare per farti portare la spesa, diciamo che sono riuscita a far nascere la pigrizia in tutta me stessa,e come un edera soffocante ho lasciato che mi assorbisse tutta la foia che avevo, quasi a punirmi per errori mai commessi.
Un pò d’ansia voleva quasi partecipare all’evento ,ma poi pian piano come un bambino che inizia a scoprire quant’è bello camminare senza l’ausilio di niente e nessuno, ho iniziato a mangiare i km che mi dividevano dal Palasele di Eboli dove c’era il concerto…
Ad un chilometro dall’uscita di Eboli c’era una bella fila,un pò di paura ,ma ho acceso le 4 frecce e nel momento in cui ho visto che la macchina alle mie spalle ha eseguito il mio stesso gesto, mi sono rasserenata, altro scoglio superato di sicuro nessuno mi verrà addosso. (ricordo di incidente sull’autostrada)
Arrivo al Palasele le macchine posteggiate non si potevano contare, i pulman la stessa cosa, ritiro il biglietto a mio nome varco l’ingresso salgo le scale davanti ai mie occhi una folla di ragazzi tutto pieno,ennesimo pensiero che affiora cacchio mi sembra che mi sento male,mi manca l’aria.(MT ma quante seghe mentali ti fai, guarda ci sono i ragazzi della croce rossa ci sono i pompieri tra cui tuo nipote al limite se svieni sarai soccorsa).
Prendo posto fila 9 numero 39, bottiglietta d’acqua arrivata, superato secondo scoglio, aspettiamo l’uscita del gruppo dei Modà.
Si spengono le luci inizia il concerto anche se mosso lascerò parlare il video che ho cercato di girare,, l’emozione è stata fortissima,tremavo con le mani e le lacrime scendevano ,ma di gioia ero e sono viva anche in mezzo al casino e quello che provo è solo gioia di essere viva, bentornata davvero MT.
Volere e potere ed io MT posso!

Annunci

6 thoughts on “Gioia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...