Archivio | luglio 2013

Buona notte mondo…

foto di Stefano Bergo

il sole si prepara ad abbracciare il suo amore,sarà solo per un semplice attimo,la luna ne gioirà poi…regalerà sogni agli uomini, che sono più fortunati di lei, ma sfuggono i sentimenti ignorandoli!

Annunci

parole…d’amore!

Se tu andassi via
non resterei a guardare
la casa che ci ha visto insieme…
Se tu volessi
ti raccoglierei non solo la rosa
ma l’intero roseto
toglierei tutte le spine
per non ferire la tua mano
spogliati dalla paura di amarmi
e ti regalerò il mio mondo,
perchè il mio cuore ormai
batte nel tuo petto!
noi attori protagonisti

Spettattrice del mondo blogger

Spesso mi capita di condannarmi, ho perso e buttato tempo, ho voluto bene persone che mi hanno ringraziato escludendomi dalla loro vita, forse sono troppo invadente, appiccicosa, molto possesiva e così non va proprio nè in amore nè in amicizia…
Da tempo non riuscivo a leggere neppure un giornale invece ora passo il mio tempo rubando spazi che potrei utilizzare in casa per la famiglia, tra i blog amici e no.
Spesso commento e poi, sopraggiunge lo scrupolo, speriamo di non aver detto una stupidata, speriamo di non aver offeso con il mio scritto.
Già la mia giornata è piena di dubbi, paura di sbagliare nei riguardi di chi incontro sul mio cammino…vorrei il meglio per tutti, anche se so che è impossibile, però come è bello sentirvi felici, realizzati, innamorati, polemici, incazzati con Dio e il mondo, tanto domani gli scritti cambieranno così pure gli stati d’animo ed io là a leggervi.
La mattina e la sera la dedico a voi scrittori di tutte le età, durante il giorno qualche telefonata ad amiche, lavori domestici, ma posso dire di essere fortunata.
Mi basta poco per essere contenta, sapervi contenti di vivere su questo mondo strano, spesso avaro, ma ricco di persone belle da conoscere anche se solo virtualmente.
Buona serata carissimi, col sole arriverranno i vostri scritti, si sa, la notte è degli scrittori, dei cuori infranti, degli innamorati, degli indecisi… mi sembra già di sentire il rumore dei vostri pensieri, dei vostri sogni, ed io qui seduta come spettatrice del mondo blogger!

anziana al pc

Anche una canzone può nascondere una parte di te!

Non conosco l’inglese metto la traduzione in italiano,ringrazio http://italianamentescoretta.com/2013/07/27/110-non-succede-quasi-mai/ che mi ha dato l’opportunità di conoscerla. Anche una canzone può nascondere una parte di te!

Vado a letto molto presto la sera
Può sembrare strano
Mi sveglio presto la mattina
fregandomene di quanto fossi incazzato il giorno prima.
E’ qualcosa di nuovo.

Non esco molto
Non mi piace avere gente intorno
Mi rende nervoso e strano
Non mi piace nemmeno andare a concerti
Preferisco starmene a casa
Si potrebbe pensare che odio la gente
Non è esattamente così.

Faccio cose stupide
Ma il mio cuore è al posto giusto
E io lo so.

Ho un cane
Lo porto in giro
Alla gente piace salutarlo
Guardo spesso le crepe del marciapiede
E sto imparando a dire “ciao”.

Sto diventando come mio padre
Non l’avrei mai detto
Ora posso dire di avergli voluto bene
Non ho mai capito come dev’essere stato per lui

Ho la sensazione che sia qui con me
Anche se è morto.

Non è tutto buono ma non è nemmeno tutto schifoso
Non credere a tutto quello che leggi
Sono l’unico che sa come è andata, così
credo sia meglio te lo dica prima che me ne vada.

Alla fine vorrei dire
tutta la mia gratitudine.
Ho provato a trarre il meglio da tutte le cose
e a godere di ciò che ho avuto.
Ho conosciuto il vero amore
e la vera passione
e la differenza tra le due cose.
Ho dei rimpianti
Ma se dovessi rifare tutto,
Beh, credo proprio lo rifarei.

Solo per ricordare

Il Papa va a visitare le favellas brasiliane ,si parla di povertà, e per la prima volta vedo le immagini capovolgersi ,il Papa nella semplicità e nell’umiltà,  abbraccia bambini , ammalati ,per  tutti  un sorriso ,una carezza, una buona parola, mettiamoci pure un santo rosario ,magari  lo venderanno e potranno comprare il necessario.Continuo a guardare e i poveri della favellas, hanno tutti il telefonino e contenti scattano foto per ricordare l’evento, come sempre c’è qualche anomalia…
Il cronista però ci porta a conoscenza che grazie a questi ritrovi religiosi, molti campioni di calcio, sono riusciti ad emergere da tale povertà, e spesso ritornano per aiutare altri ragazzi…
Il Papa, entra nella chiesetta della favellas, ci sono solo 60 posti a sedere, benedice l’altare, ma non lo unge col crisma benedetto la notte tra il sabato santo e la domenica di Pasqua,prima del suono delle campane della gloria che annunciano la Pasqua di resurrezione,la vittoria del figlio di Dio sulla Morte,solo perchè la chiesetta non è diocesi,però avrà un calice importante donatogli dal Papa.
Ma il giorno prima,tanti pellegrini che si recavano al Santuario di Santiago di Compostela non sono stati rispiarmiati dalla Morte, molti di loro si recavano per pregare, e chiedere grazie per chi è ammalato , per chi soffre ,qualcuno ha smesso di soffrire, chissà se il dopo sarà migliore…
Bussate e vi sarà aperto ,chiedete e vi sarà dato…ma a che prezzo a volte!
Con questo scritto non voglio sollevare nessun vespaio ci pensa già la vita, ogni giorno, ho solo voluto ricordare un Papa troppo umile e buono, per il palazzo del Vaticano, speriamo che lo lascino continuare nel suo cammino apostolico, ma soprattutto un pensiero per chi forse avrà trovato pace e serenità abbandonando questa terra di insidie pericolose.
Mi hanno insegnato che dopo la morte ci sarà la vita eterna, dove non ci sarà sofferenza, guerre, odio, tristezza, lacrime, malattie ma solo serenità e amore…speriamo!

carezza